memoria1Tutti noi desideriamo una vita felice e serena. Spesso ci interroghiamo su come si possa giungere a questo obiettivo. Pensare alla prima metà del secolo scorso, dove il nostro mondo, ha vissuto uno dei periodi storici più cruenti e assurdi, per poi confrontarla con l'epoca attuale, dove non si vivono grosse barbarie. Tutti quei milioni di persone che nella 2° Guerra Mondiale hanno vissuto la crudeltà e lo sterminio, il nostro presente forse sarebbe la loro felicità.

La Pro Loco di Fragagnano in collaborazione con l'I.C. "Bonsegna-Toniolo”, hanno voluto rappresentare, attraverso la conoscenza, l’elaborazione degli avvenimenti avvenuti durante la Shoah.

L’iniziativa ha ricordato, lo sterminio degli ebrei, le leggi razziali, ricordando coloro che hanno avuto il coraggio di opporsi, pagando spesso con la vita.

Il “sapere è un obbligo” è stato il tema della serata. Durante la rappresentazione dell'evento "Shoah per non dimenticare ", per sensibilizzare i cittadini Fragagnanesi, si è ricordata la piccola grande donna Anna Frank.

Attraverso la lettura di alcune pagine del suo “diario”, si è creata un’atmosfera particolare. Passavano per la mente quei giorni intrisi di terrore, tristezza e pietà.

I vari momenti messi in scena, sono stati accompagnati da sottofondi musicali suonati da ragazzi su basi del celebre cantautore Guccini.

Il momento più intenso è stata la lettura della poesia "C'è un paio di Scarpette Rosse “, recitata in alternanza tra italiano e tedesco. Un’interpretazione di grande intensità ed emozione. Infine una piccola scenetta ad opera dei bambini che hanno cantato in lingua ebraica.

È stata la serata del ricordo e della riflessione.

50ennale del quindicinale "Il Galatino"

Archivio video