via denghienChe Galatina sia allo sbando, si era intuito già da alcuni anni. E lo si vede ancora oggi non solo dalle condizioni economiche in cui versano le casse comunali, grazie alla vecchia politica e grazie anche alle “difficoltà” (chiamiamole così) degli uffici comunali che però percepiscono regolarmente alla fine di ogni mese il loro bello stipendio.
Ho fatto questa premessa perché ritenevo giusto condividere il mio pensiero prima di parlare del motivo per cui ho scritto al vostro giornale.

Sere fa, visto il caldo eccezionale, con mia moglie abbiamo deciso di fare una passeggiata in centro, in compagnia della famiglia di mio cognato e di un nostro parente tornato in Salento per le vacanze estive.

Forse avremmo fatto meglio a rimanere a casa, o andare al mare o in altro comune, perché a Galatina non c’è davvero rispetto per i cittadini.

Vi racconto cosa è successo. Siamo usciti di casa, con prole a seguito nel passeggino ed abbiamo percorso un lungo tratto di strada a piedi tra mille difficoltà, a causa di auto parcheggiate sui marciapiedi, bidoni della spazzatura enormi sui marciapiedi tanto da ostruire il passaggio, ed escrementi di cane sparsi un po’ ovunque. Ma la cosa ancora più vergognosa l’abbiamo trovata su via Maria d’Enghien. Ben quattro mezzi (avete letto bene, QUATTRO MEZZI) parcheggiati sul marciapiede (tra le quali un furgoncino bianco), e alberi tagliati per far posto alle auto in sosta. Addirittura c’è chi si è organizzato ed al posto dell’aiuola dove qualche tempo fa c’era un albero, ha pensato bene di stendere una bella colata di cemento per facilitare le manovre di parcheggio selvaggio e non rovinare le ruote. Quindi ci siamo chiesti: le forze dell’ordine (POLIZIA MUNICIPALE ad esempio), possono intervenire e verificare come fatto in via di Soleto? Si può ripristinare il tutto e punire i colpevoli? Si possono liberare i parcheggi? Anche perché si occupa un marciapiede per parcheggiare auto e furgoni mettendo a rischio i pedoni. Ma non finisce qui. Per proseguire la nostra passeggiata abbiamo dovuto attraversare la strada, ed andare sul lato opposto della strada. Lo stesso ha fatto un gruppo di turisti che ci precedeva a qualche metro di distanza.

Ad un certo punto, sempre su via D’Enghien, abbiamo avvertito un fortissimo cattivo odore di escrementi di animali provenire da un giardino alle spalle degli spazi in ferro usati per pubblicità e per i manifesti elettorali. Un cattivo odore così forte da sentirsi dall’altro lato della strada e da far venire il volta stomaco. Allora ci siamo chiesti: ma siamo al centro di Galatina, in un punto di grande passaggio di famiglie e turisti, o in una sperduta masseria con vicino un villaggio primitivo? Come fa la politica e la Polizia Municipale a tenere gli occhi chiusi (e pure il naso) davanti a cotanta arroganza e disordine?

Arrivati poi "alla villetta San Francesco" abbiamo trovato altro scempio (non sto qui a dirvi perché le foto circolano su facebook e tutti possono vedere).

Quindi lancio un appello tramite le vostre pagine internet:

è possibile sanzionare chi parcheggia sul marciapiede la sera, ostacolando il passaggio dei pedoni? Ciò è ancora più pericoloso quando ci sono bambini che sono costretti a scendere dal marciapiede!

è possibile ripristinare gli alberi che sono stati sradicati per far posto alle auto in sosta selvaggia sul marciapiede affinché si eviti in futuro il parcheggio e punire il colpevole? Non ci vuole l’FBI per capire chi è stato a far sparire gli alberi.

è possibile liberare Galatina dai cattivi odori che sicuramente non promuovo l’immagine della città tra i turisti?

è possibile aumentare i controlli aumentando la presenza dei vigili per le strade anziché spostarli in ruoli di segreteria, magari quella del sindaco?

Spero che gli appelli arrivino sia alla Polizia Municipale (sempre più spesso distratta da non vedere le mille cose che non vanno in questa città e soprattutto nel non voler intervenire per chissà quale oscuro motivo, eppure sono pagati per questo) sia al nuovo Sindaco che visti i ritardi nel nominare la propria giunta, anziché intraprendere una forte azione innovativa e risolvere i problemi di Galatina li sta spostando avanti col tempo. E si parlava di cambiamento…

Lei cosa ne pensa?

Rocco, Luca e Marco.

Gentilissimi Lettori, mi chiedete un pensiero sulla descrizione di fatti incontrovertibili. Sono sicuro che questa vostra missiva non sarà ignorata. Certo che quantomeno il Comandante della Polizia Municipale, attento lettore, provvederà come minimo a verificare i casi da voi esposti per definire le giuste misure da intraprendere. Nello stesso tempo saremo anche noi attenti osservatori dell’operato. Sul nuovo Governo cittadino aspetterei almeno la formazione della Giunta, di problemi da risolvere vi sono davvero tanti. Giudicare senza aver visto nessuna azione sarebbe presuntuoso da parte mia. Ad ora posso soltanto constatare che sono trascorsi 17 giorni da quando Marcello Amante è ufficialmente il 43° sindaco della città di Galatina. Anche se civica, la politica è sempre politica. Attendiamo novità a breve.

Solitudine - Loneliness

Archivio video