Il Presidio Territoriale di Assistenza di Maglie ha tutti gli ecografi al posto giusto. E sono di nuova generazione e perfettamente operativi. Sia quello di fascia alta in dotazione al servizio di Radiologia per garantire lo screening mammografico e l’attività istituzionale, sia gli altri 5 ecografi, dei quali tre di alta fascia e due di fascia media, tutti consegnati e in uso presso gli ambulatori specialistici. In più, il PTA dispone di un ecografo di fascia alta portatile che garantisce l’assistenza domiciliare. Si tratta di macchinari che, per gli alti costi, dovrebbero funzionare per 12 ore al giorno ed essere utilizzabili in varie discipline e da diversi specialisti, in un’ottica di ottimizzazione (e non di uso esclusivo) del loro impiego.

Spiace, tuttavia, leggere le esternazioni dell’assessore Giannotti che immagina e descrive una situazione problematica, probabilmente perché mal informata e che, in quanto politicamente impegnata in un ambito che si è fortemente integrato con la Direzione Strategica dell’ASL di Lecce sul versante dell’assistenza sanitaria territoriale, avrebbe fatto bene ad approfondire la questione presso una fonte più autorevole, piuttosto che recepire notizie superficiali e di parte. La realtà, invece, è molto diversa. L’ASL Lecce, infatti, ha avviato presso il Distretto Socio Sanitario di Maglie una serie di iniziative e di investimenti tesi a riqualificare il dismesso Stabilimento Ospedaliero, riconvertendolo in Presidio Territoriale di Assistenza. L’intervento qualificante più oneroso è l’impegno di sette milioni di euro (Fondi FESR 2014-2020) che prevede la realizzazione di 28 posti letto di Residenza Sanitaria Assistenziale R1 per anziani, di 15 posti letto di Hospice, nonché 12 posti letto di Unità di Degenza Territoriale (U.D.T.). In programma anche l’adeguamento logistico-strutturale e impiantistico secondo la normativa vigente e il potenziamento della diagnostica ambulatoriale e per immagini con collegamento in rete delle stesse. Si tratta di interventi da realizzare a breve e medio termine, ma nel frattempo il Distretto è stato dotato di strumentazione moderna che comprende, oltre agli ecografi, due monitor multiparametrici e due monitor defibrillatori. Entro dicembre 2017 verrà consegnato un mammografo digitale con tomosintesi, che sostituirà il vecchio mammografo, per la prevenzione e la cura delle patologie tumorali della sfera femminile. E, a breve, il PTA di Maglie disporrà di una colonna per l’endoscopia (fibroendoscopio) per lo screening dei tumori del colon retto. Per febbraio 2018 è stata già definita l’assegnazione al DSS di un medico specialista in Radiologia che garantirà tutte le prestazioni, peraltro già assicurate, previste per la diagnostica tradizionale. Rilevante, in termini di ore e quindi di prestazioni erogate, è anche il potenziamento di numerose branche specialistiche, dalla Chirurgia Plastica alla Pneumologia e Reumatologia, passando per la Neurologia dedicata al Centro per i Disturbi Cognitivi e per le Demenze e per finire alla Ginecologia e Psicologia consultoriale. Com’è del tutto evidente, i servizi del PTA stanno migliorando in quantità e aumentando in qualità e, in ogni caso, si tratta di sviluppi condivisi con il sindaco Toma e di cui i cittadini sono informati. Tant’è vero che con il sindaco di Maglie e con l’Ufficio Tecnico comunale - circostanza che dovrebbe essere nota ad un assessore - sono in corso definizioni di progetto per acquisire l’agibilità e procedere all’apertura dell’Unità di Degenza Territoriale (Ospedale di Comunità con 12 posti letto), in cui l’assistenza medica sarà garantita dai medici di Medicina Generale e dai pediatri di libera scelta ed il Distretto assicurerà la sorveglianza infermieristica per 24 ore al giorno. La UDT è comunque già dotata di tutti gli arredi e strumentazione, trattandosi di requisiti organizzativi e strumentali previsti dalla norma. Il prossimo 4 dicembre 2017, inoltre, verrà cantierizzato lo spazio che sarà adibito alla preparazione galenica della cannabis (unico centro del genere nella ASL Lecce). Bisogna ricordare, peraltro, che il 27 luglio scorso il Direttore Generale dr.ssa Silvana Melli ed i sindaci dei Comuni di Poggiardo e Maglie hanno sottoscritto un Accordo che prevede la riorganizzazione dei Day Service Ambulatoriali, individuando il Distretto di Poggiardo quale Polo Chirurgico ed Ortopedico e quello di Maglie quale Polo specializzato per la Chirurgia Oculistica e Chirurgia Plastica. Questo accordo, di fatto, è operativo già a decorrere dal settembre scorso. Tutto ciò i cittadini-utenti possono verificarlo quotidianamente assieme all’impegno che la ASL Lecce e la Direzione del Distretto stanno profondendo per assicurare la migliore Sanità possibile alla comunità magliese.

Orchestra Popolare di Puglia, estratto dal concerto di Galatina di giugno 2017

Archivio video

Nuovi sapori col gusto della tradizione, e da oggi anche comodamente a casa tua

pizzicheria pastiadomicilio webEtnica, molecolare, fusion, fingerfood, streetfood, trashcooking etc.. : anche l’arte culinaria segue tendenze e mode che di anno in anno si rinnovano e moltiplicano. Leggi tutto...