uliveto salentoLa Regione Puglia stanzia 5 milioni e 100 mila euro per l’istituzione di un fondo per l'erogazione di contributi in favore delle imprese agricole danneggiate da ‘Xylella fastidiosa’. “Un ulteriore e significativo aiuto alle imprese agricole provate dalla batteriosi nel territorio salentino – dichiarano il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Leonardo di Gioia, all’indomani dell’approvazione della delibera di Giunta che prevede l’erogazione di contributi per la riduzione degli interessi passivi , al fine di agevolare le operazioni di credito delle imprese.

“Si tratta di un importante risultato raggiunto con l’impegno di tutti i colleghi assessori, in particolare Loredana Capone e Michele Mazzarano. Il Fondo, dapprima di 100 mila, euro per interventi finanziari in favore delle aziende agricole colpite dal fitopatogeno è stato inserito nell'ultima legge regionale di assestamento e variazione di bilancio per l'esercizio finanziario 2017 e pluriennale 2017–2019. E ad oggi – sottolineano - è integrato con una ulteriore dotazione di 5 milioni di euro, con l’obiettivo di incentivare l’allungamento del periodo dei piano di ammortamento, per un periodo pari al 100 per cento della durata residua dei mutui accesi, con il fine di ridurre gli interessi passivi nell'arco di tre esercizi finanziari. Quest’ultima somma è una parte delle risorse previste dal Patto della Puglia, siglato tra Governo nazionale e regionale, con il quale sono stati assegnati 2,07 miliardi di euro, a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC), per interventi, tra gli altri, dedicati allo sviluppo e competitività delle imprese e dei sistemi produttivi”.
La delibera detta, tra le altre cose, criteri e condizioni per la concessione dell’aiuto pubblico.

Sul tema si è espressa anche la Coldiretti Lecce, che comunica:
"Bene lo stanziamento da parte della Regione Puglia di 5 milioni di euro per l'istituzione di un Fondo per l'erogazione di contributi alle imprese danneggiate da Xylella fastidiosa. Aiuti da destinare alle aziende agricole, ai frantoi e alle cooperative delle aree infette per la copertura degli interessi per la l'allungamento della durata dei crediti agricoli". Coldiretti Lecce esprime soddisfazione per le risorse finanziarie messe a disposizione del mondo agricolo in difficoltà per l'emergenza Xylella.
A seguito degli impegni annunciati nell’ambito della manifestazione Coldiretti del 18 marzo da parte del presidente Michele Emiliano e dell’assessore Loredana Capone, ad agosto la Regione ha attivato un Fondo (al quale come primo step tecnico aveva destinato 100mila euro) per consentire un allungamento dei mutui agricoli pari al 100 per cento della durata residua del piano di ammortamento e comunque per un periodo non superiore agli otto anni, con il fine di ridurre gli interessi passivi. "Ora quel capitolo di bilancio è stato rimpinguato con 5milioni a valere sulle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione (Fsc) che potranno garantire la copertura degli interessi dei mutui per le tante aziende in difficoltà di liquidità per i danni causati dalla fitopatia", dice il presidente di Coldiretti Lecce, Pantaleo Piccinno.
"È innegabile e incalcolabile il danno che l’intera filiera olivicola sta subendo da ormai più di 4 anni, a causa della devastazione che il batterio Xylella fastidiosa sta provocando nell’intera provincia di Lecce e in buona parte nelle province di Brindisi e di Taranto”, dice il direttore di Coldiretti Lecce, Giuseppe Brillante, "per questo ben vengano strumenti di supporto ad hoc, da noi richiesti con determinazione, per supportare le aziende in crisi, che sono proprio quelle, peraltro, che negli ultimi anni hanno investito per innalzare la qualità del settore olivicolo ed ora si trovano a fronteggiare mutui ed esposizioni bancarie".

Orchestra Popolare di Puglia, estratto dal concerto di Galatina di giugno 2017

Archivio video

Nuovi sapori col gusto della tradizione, e da oggi anche comodamente a casa tua

pizzicheria pastiadomicilio webEtnica, molecolare, fusion, fingerfood, streetfood, trashcooking etc.. : anche l’arte culinaria segue tendenze e mode che di anno in anno si rinnovano e moltiplicano. Leggi tutto...