Si definisce MRC la patologia che porta alla progressiva perdita della funzionalità renale fino all’End Stage Renal Disease (Stadio terminale) con conseguente necessità di intervenire tramite terapie sostitutive altamente invasive e debilitanti come la dialisi peritoneale, l’emodialisi o il trapianto renale.

Le cause di questa malattia possono essere diverse, alcune anche abbastanza comuni: ipertensione arteriosa, diabete, glomerulonefriti, ostruzione cronica delle vie escretrici, ecc.. Questa patologia può essere considerata un rilevante problema di salute pubblica, sia per gli elevati costi sociali ed economici, teniamo in considerazione, infatti, che i pazienti emodializzati si sottopongono al trattamento sostitutivo dalle tre alle sei volte a settimana per 2-4 ore a seduta, con un costo medio annuo di circa 50.000 euro a paziente, ma pensiamo soprattutto al disagio sociale cui sono sottoposti questi pazienti, costretti ad una condizione di vita non proprio facile; sia per le gravi complicanze cardiovascolari della MRC che portano spesso alla morte dei pazienti.

L’insufficienza renale è da considerarsi una patologia molto seria perché i reni non sono solo organi escretori, ma sono anche regolatori: sono coinvolti nella regolazione del metabolismo osseo, dell’equilibrio chimico e nella produzione di globuli rossi. È di fondamentale importanza, quindi, diagnosticare in tempo la MRC tramite semplici indicatori come la Velocità di Filtrazione Glomerulare (VFG) e l’Albuminuria (albumina contenuta nelle urine), poiché esistono ben cinque stadi della MRC ed agendo fin dai primi si può rallentare la progressione facendo guadagnare tempo e qualità di vita ai pazienti e, in tempi di “austerity”, facendo anche risparmiare il Sistema Sanitario Nazionale (si stima che circa 3 milioni di italiani siano affetti da questa patologia).

Quindi, dopo aver diagnosticato la MRC è importante procedere ad una terapia farmacologia che lo specialista riterrà più opportuna tesa a controllare la pressione arteriosa, l’anemia, ecc., ma è anche importante adottare la giusta terapia nutrizionale, bisogna limitare l’introito di proteine, poiché aumentano la filtrazione glomerulare, limitare l’assunzione di sodio e potassio al minimo, ma stare attenti a prevenire la malnutrizione, aiutandosi, se necessario, con i prodotto aproteici, non esagerando con l’assunzione di grassi.

Orchestra Popolare di Puglia, estratto dal concerto di Galatina di giugno 2017

Archivio video

Nuovi sapori col gusto della tradizione, e da oggi anche comodamente a casa tua

pizzicheria pastiadomicilio webEtnica, molecolare, fusion, fingerfood, streetfood, trashcooking etc.. : anche l’arte culinaria segue tendenze e mode che di anno in anno si rinnovano e moltiplicano. Leggi tutto...