La menopausa corrisponde una variazione graduale dell’assetto ormonale, in quanto le ovaie non producono più follicoli ed estrogeni. A questi cambiamenti si accostano manifestazioni immediate quali vampate di calore, ansia, depressione e manifestazioni tardive, come osteoporosi e tendenza al sovrappeso.

L’osteoporosi consiste in un’alterazione della struttura ossea che porta ad un indebolimento osseo, dovuto ad un alterato metabolismo del calcio. Il calcio è il minerale più abbondante del corpo umano, per il 99% legato al fosforo forma le ossa e i denti; il restante 1% è presente nel sangue e nelle cellule ed è necessario per la contrazione muscolare, la coagulazione del sangue e per il sistema nervoso.

Il metabolismo del calcio è regolato finemente da tre ormoni: il paratormone che promuove lo “scioglimento dell’osso” per aumentarne i livelli nel sangue; la vitamina D che regola l’assorbimento di calcio a livello intestinale; la calcitonina ne aumenta la deposizione nelle ossa ostacolando l’attività del paratormone.

In età fertile, gli estrogeni svolgono un ruolo centrale promuovendo il riassorbimento tubulare del calcio a livello renale; poi favorendo la conversione della vitamina D e il conseguente assorbimento intestinale del calcio; e ancora aumentando la sintesi di calcitonina.

La menopausa non è uno stato che si può evitare, però sicuramente si possono prevenire gli effetti negativi, fin da giovani. Bisogna consumare cibi che contengono calcio, come latte e derivati (senza esagerare per via del colesterolo), crostacei e pesci (aragoste, sardine e salmone), legumi, broccoli, uova, mandorle e alcuni tipi di acque, limitando l’introito di grassi, fibre, caffeina, sodio (sale) e l’elevato apporto proteico (che legano il calcio e ne limitano l’assorbimento). È fondamentale, insomma, che la donna assuma, eventualmente anche tramite delle integrazioni, un’adeguata quantità di calcio. Tenendo presente che, tale fabbisogno, aumenta dopo la menopausa.

Per mantenere o per aumentare la massa ossea vengono consigliate  attività di tipo antigravitario come la camminata, la corsa e la danza. Il peso del corpo, infatti, stimola positivamente la calcificazione con conseguente aumento della densità ossea.

Orchestra Popolare di Puglia, estratto dal concerto di Galatina di giugno 2017

Archivio video

Nuovi sapori col gusto della tradizione, e da oggi anche comodamente a casa tua

pizzicheria pastiadomicilio webEtnica, molecolare, fusion, fingerfood, streetfood, trashcooking etc.. : anche l’arte culinaria segue tendenze e mode che di anno in anno si rinnovano e moltiplicano. Leggi tutto...