buonoIl "Palatorrino" di Roma è stato il palcoscenico dei Campionati Italiani Assoluti di Muay Thai, organizzati per la prestigiosa sigla WMO dalla Federazione FIKBMS riconosciuta dal C.O.N.I., in collaborazione con il Team Colonnese.

La competizione, che si è svolta il 2 e 3 dicembre scorso ed è stata trasmessa in diretta Facebook, ha visto la partecipazione di numerose scuole di discipline sportive da combattimento, tra cui l'immancabile ASD Polisportiva Zen Shin di Galatina che, come sempre, ha ben figurato, portando in gara, accanto ad atleti più esperti, anche giovani figthers di ottime speranze.Le soddisfazioni più grandi per i ragazzi del M° Antonio Buono arrivano dal "giovane-vecchio" Lal Lisi (che nonostante la tenera età è ormai notissimo tra gli addetti ai lavori per le sue doti tecnico-atletiche e per le prestigiose vittorie già conseguite) nonché da Antonio De Donno.

Lisi, in particolare, ha conquistato una splendida vittoria nella categoria -51 kg contro un avversario certamente valido ma che ha dovuto comunque arrendersi dinanzi alla qualità dell'atleta salentino il quale, peraltro, in una delle principali azioni di gara, è riuscito a mandare al tappeto il proprio avversario con un calcio circolare al mento di rara bellezza per precisione e rapidità di esecuzione. Ottima anche la prova di De Donno nella categoria -57 kg che, al debutto nella Muay Thai, ha conquistato una medaglia d'oro che gratifica e certamente entusiasma nel perseguimento del percorso di crescita sportiva intrapreso dal ragazzo. Categoria particolarmente fortunata, quest'ultima, per la Zen Shin, in quanto anche un altro figther salentino, Marco Negrini, è giunto in essa a medaglia, conquistando un onorevole bronzo.

E' di argento, invece, la medaglia conquistata dallo zenshiniano Cristian Carcagnì nella categoria - 63,5 kg: un argento "vivo" potremmo dire, nel senso che presto - ne siamo certi - si tramuterà in oro, in quanto Carcagnì, da poco tempo iniziato alla Muay Thai, mostra già qualità interessanti.Buona, infine, anche la prova di Marco Gaetani, il quale però non riesce a salire sul podio.

La trasferta romana può dirsi particolarmente gratificante per la Zen Shin di Galatina anche perché ha visto il M° Antonio Buono, Direttore Sportivo della ASD, superare brillantemente l'esame che lo consacra Tecnico Federale della FIKBMS, discutendo un lavoro di ricerca sull'organizzazione di corsi di discipline sportive da combattimento per disabili: settore, questo, in cui la Zen Shin ed il M° Buono sono impegnati ormai da diversi anni, con risultati incoraggianti.

Orchestra Popolare di Puglia, estratto dal concerto di Galatina di giugno 2017

Archivio video

Nuovi sapori col gusto della tradizione, e da oggi anche comodamente a casa tua

pizzicheria pastiadomicilio webEtnica, molecolare, fusion, fingerfood, streetfood, trashcooking etc.. : anche l’arte culinaria segue tendenze e mode che di anno in anno si rinnovano e moltiplicano. Leggi tutto...