0001A Carosino presso la Sala Castello D'Ayala Valva il 13 aprile 2018 abbiamo assistito ad un incontro a tre tempi: in campo vi erano tre punte con i loro palloni-libro: «Pane al Veleno» di Ciro Petrarulo e Ciro de Angelis; «Ilva Football Club» di Fulvio Colucci e Lorenzo D’Alò; «Taranto it’s my life» di Roberto De Giorgi. L’incontro nei 90 minuti con i tempi supplementari ha visto la presentazione di un autore verso l’altro, mentre il terzo garbatamente si interfacciava tra i due, provocando ancora di più il dibattito su un ambiente svenduto come quello pugliese, che subisce la presenza di tre discariche come voragini ancora attive e un siderurgico che ha mostrato dopo mezzo secolo un conto salatissimo: ogni famiglia pugliese piange il suo morto per amianto, per tumore, per incidenti sul lavoro.

Proprio per questo il giornalista della Gazzetta del mezzogiorno Fulvio Colucci ricorda che l’anello mancante (e speriamo liberatorio) di tutta una catena che attorciglia il tarantino e non solo, è la mancanza di una cultura del riciclo, che svuoterebbe discariche strapiene permettendo anche ad una architettura green di decollare, appunto con materiali di riciclo. Non si può dimenticare dicono in modo corale i tre autori la marcia contro ampliamenti e riaperture delle discariche pugliesi, in primis la “Vergine” di Lizzano. Attivalizzano, CarosiNOdiscariche e tante altre associazioni danno appuntamento a tutti i cittadini pugliesi il 22 aprile 2018 alle 17:30 presso il castello di Lizzano (TA) per protestare contro un diritto alla salute negato. Durante la manifestazione sarà dato spazio a comitati, associazioni e cittadini di esprimere una propria riflessione riguardo al tema della manifestazione. Viene ricordato da esponenti di carosiNodiscariche presenti in sala, che la manifestazione nasce per protestare contro la paventata riapertura della discarica Vergine.

Gli autori di libri diversi avevano un tema comune: l’amore per la propria terra, l’orrore per lo scempio di madre terra. Come fosse un coro greco Fulvio, Ciro e Roberto non hanno fatto altro che snocciolare semplicemente gli articoli della Costituzione che introducono il diritto alla cura dell’ambiente e alla sua tutela tra i principi fondamentali dell’uomo e  del suo habitat. La serata è stata conclusa con la musica per chitarra di Giovanna Delfino e Rizzo Dario, giovani musicisti allievi del Conservatorio Paisiello e membri dell’associazione musicale Chitartarentum; col saluto dell’assessore alla cultura e istruzione dr.ssa Lucia Calò, attivista di CarosiNOdiscariche, quindi anche l’assessora ha ricordato l’appuntamento del 22 aprile a Lizzano.

Per a lettura di brani scelti: voce di Mario Calzolaro, accarezzata dalla musica dei due artisti. Certi che non manchino i tre giornalisti della bellissima serata di presentazione, la scrivente, come free lance, saluta e dichiara già la sua presenza alla manifestazione di Attivalizzano. Convinta che la partita di calcio si trasformerà un giorno in partita di rugby…uno sport che permette un terzo tempo, una terza possibilità.

En.Ter. progetti, i lavori all'aeroporto di Galatina

Archivio video