img 20160923 wa0002Punterà sul valore del paesaggio il nuovo GAL PORTA A LEVANTE che mette insieme 42 comuni del Salento, il Parco Naturale Regionale Otranto - Santa Maria di Leuca, due Fondazioni d’eccellenza La Notte della Taranta e Le Costantine e grazie all’adesione del Comune di Sannicola sbarca anche sulla costa ionica. Una società consortile che conta anche 23 aziende private e 9 aziende agricole oltre ai partner di categoria: Coldiretti, Copagri, Confagricoltura, Cia, Confcommercio, Confesercenti, Camera di Commercio, Confcooperative, Legacoop, Consorzio per la realizzazione del sistema integrato welfare ambito di Poggiardo.
Obiettivo del nuovo GAL PORTA A LEVANTE sarà rimettere in circolazione la creatività e il talento agricolo di cui il Salento è capace. Il nuovo gruppo di azione locale sarà chiamato ad aggregare le esigenze delle imprese mettendo insieme idee, progetti e cantieri. Si partirà dalla riconoscibilità del patrimonio storico culturale identitario che può costituire un elemento strategico anche per l’avvio di politiche di sviluppo rurale e di marketing territoriale dei prodotti agricoli.
“E’ un’occasione irripetibile per il Salento, spiega il Presidente Gabriele Petracca, siamo riusciti a mettere insieme tutti gli enti che operano per lo sviluppo del territorio creando una rete strategica che consentirà a breve di sviluppare una visione comune di crescita. Partiremo subito con l’individuare le aree della cosiddetta agricoltura “fragile” con marginalità incipienti o marginalità economica, quelle aree tra il rurale e l’urbano che soffrono di condizioni operative difficili ma che meritano la massima attenzione perché sono il collante del nostro paesaggio. Partiremo dalla campagna di periferia nell’ottica della salvaguardia dell’equilibrio ecologico, della tutela del paesaggio e della conservazione della diversità biologica. Da Casole di Otranto all’abbazia di San Mauro di Sannicola sul versante opposto, dal Faro della Palacìa a Montegrappa, dall’oasi naturale delle Cesine agli uliveti millenari della Grecìa salentina, da tutti i centri storici dei 42 comuni partecipanti al percorso tra pietre, dolmen e menhir, costruiremo reti turistiche di scoperta della bellezza autentica del Salento partendo dalla sua campagna.
Sono 15 i componenti dell’organo decisionale designati dai soci: Cosimo Piccione, Ernesto Toma, Federico Pastore, Francesco Massimiliano Rausa, Gabriele Petracca (presidente), Graziano Vantaggiato, Luca De Carlo (vicepresidente), Marco Marcello Niceta Potì, Mario Vadrucci, Massimo Martella, Massimo Pantaleo Candito, Michelangelo Gorgoni, Pantaleo Greco, Paolo Paticchio, Santo Ingrosso.
Tra i soci anche la Fondazione La Notte della Taranta. “Avremo il compito di stimolare un nuovo dialogo sul tema del paesaggio, ha detto Massimo Manera. 20 anni di Taranta hanno consentito attraverso la musica e la danza di far conoscere il territorio che ora necessita di massima tutela e valorizzazione. Creare un dialogo costante tra tutti gli enti interessati ci consentirà di avere una programmazione unitaria e di lungo termine”.
I comuni aderenti al GAL PORTA A LEVANTE sono uno straordinario viaggio nel cuore del Salento, tra mare, centri storici, laghi, oasi, città d’arte, borghi autentici, artigianato e rappresentano 190.000 abitanti e il 34 % della superficie eleggibile su 2558 chilometri quadrati escluso il capoluogo di provincia. : Andrano, Aradeo, Bagnolo del Salento, Botrugno, Caprarica di Lecce, Castrignano de Greci, Castro, Collepasso, Corigliano d’Otranto, Cursi, Cutrofiano, Diso, Giuggianello, Giurdignano, Maglie, Martignano, Melendugno, Melpignano, Minervino, Muro Leccese, Neviano, Nociglia, Ortelle, Otranto, Palmariggi, Parabita, Poggiardo, San Cassiano, Sanarica, Sannicola, Santa Cesarea Terme, Scorrano, Seclì, Sogliano Cavour, Soleto, Spongano, Sternatia, Supersano, Surano, Tuglie, Uggiano la Chiesa, e Vernole.

La Notte della Taranta 2018

Archivio video