xkje26rc 400x400La prima tappa della Staffetta della Responsabilità ospiterà la presentazione del libro di Lorenzo Gasparrini dal titolo "Diventare uomini. Relazioni maschili senza oppressioni", edito da Settenove.
Abbiamo incontrato l'autore, dottore di ricerca in estetica, blogger e attivista antisessista, che in questa intervista ci ha raccontato il suo modo di leggere il contesto culturale in cui viviamo, con particolare attenzione all’aspetto legato all’educazione degli uomini.   

Qual è la situazione in materia di sessismo, oggi, in Italia?
Per quello che vedo, c'è ancora pochissima conoscenza del problema e pochissima capacità di affrontarlo per quello che è realmente: una mostruosa distorsione dei rapporti umani, che siano espressioni o relazioni, in azione ovunque e sempre.

Quanto peso ha il sessismo negli episodi, sempre più frequenti, di violenza sulle donne?  
Usando una metafora, è la parte sommersa dell'iceberg di cui la violenza sulle donne è la piccola parte visibile. Ciò che vediamo fa paura a causa di quello che non vediamo; ma pochi capiscono che il poco che si vede emerge grazie alla montagna che c'è sotto.

Cosa ti ha spinto a prendere la posizione che oggi hai nei confronti del patriarcato?
Il fatto che quel sistema di potere, anche attraverso il sessismo e quella educazione sessista alla quale sono stato sottoposto come qualsiasi altro uomo etero, ha rovinato il mio modo di vivere, le mie relazioni, i miei desideri e sentimenti, forzandoli verso una idea di virilità ipocrita e violenta. Quando me ne sono reso conto, ho cominciato a ricostruire tutto su altre basi, più paritarie e oneste soprattutto verso me stesso.

Cos'è oggi il femminismo? Ti ritieni un uomo femminista?
Non lo devo dire certo io. So solo che ci sono molti femminismi diversi e che quasi tutti propongono e attuano una vita migliore di quella proposta dal patriarcato vigente. Se aderire a queste forme di vita significa essere femminista, allora sono femminista. Dopotutto pare che sia un problema solo in Italia questa definizione, nel mondo anglosassone o francese tutta questa difficoltà non c'è. Io mi definisco tale perché quello è il nome corretto da usare. Tutto lì.

Come si diventa Uomini?
Cominciando a criticare dalle fondamenta l'idea tradizionale di uomo, e il sistema di valori che porta con sé. Ci sono molti modi di essere uomini, e sono tutti migliori di quello offerto dal patriarcato.

L’appuntamento con Lorenzo Gasparrini è per oggi mercoledì 23 agosto, alle ore 20.30, presso il Chiostro dei Domenicani in Piazza Diaz, a Sogliano Cavour.

VII Festival Canoro del Centro D.I.R.E.

Archivio video
volley