guardia costiera 3Continua il monitoraggio da parte delle unità navali della Guardia Costiera al fine di prevenire lungo il litorale costiero navigazioni sotto costa e in prossimità delle grotte oltre che in zone interdette in quanto classificate ad alto rischio di pericolosità. Nel corso di un’ispezione a bordo di un’unità adibita al trasporto passeggeri è stato accertato che il comandante titolare risultava assente e che il comando della motobarca era stato assunto da un marittimo sprovvisto dei titoli necessari che, pertanto, veniva deferito alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di usurpazione di comando.

Inoltre anche il comandante di un peschereccio autorizzato alla pescaturismo, che trasportava un numero di passeggeri superiore a quanto consentito, è stato deferito all’Autorità giudiziaria per inosservanza in materia di sicurezza della navigazione.

Altre 11 sanzioni amministrative sono state elevate, per un importo pari a 10000 euro. In particolare 4 venivano elevate nei confronti di 4 conduttori di acquascooter dei quali 2 risultavano non essere in possesso del previsto titolo abilitativo alla conduzione mentre altri 2 navigavano in orario non consentito in violazione all’ordinanza che regolamenta la navigazione da diporto all’interno del Compartimento di Gallipoli. Ulteriori sanzioni sono state irrogate nei confronti di due natanti adibiti al noleggio per aver navigato in zone interdette da Ordinanza della Capitaneria di porto di Gallipoli per rischio crolli delle falesie.

L’attività di prevenzione svolta dai mezzi navali del Compartimento si colloca all’interno dell’operazione Mare Sicuro 2018, attività che nell’ultimo week end ha portato alla elevazione di 83 processi verbali amministrativi pari ad un importo di circa 25.000 euro unitamente a 6 denunce penali contestate per reati relativi all’occupazione abusiva di demanio marittimo.

App Immuni “Un piccolo gesto, per un Grande Paese”

Archivio video
whatsapp image 2020 09 08 at 15.23.06
galagym