200813 1A Cutrofiano venerdì14 agosto 2020, sul sagrato della Congrega dell'Immacolata, è stato inaugurato il Grand Tour della Ceramica classica Italiana, progetto espositivo itinerante a cura dell'Associazione italiana Città della Ceramica.

Il Grand Tour, immaginato come un viaggio e allo stesso tempo un racconto corale dell'arte figulina nostrana, propone una raccolta di pezzi unici provenienti da ogni angolo della penisola, sapientemente radunati in isole espositive sorrette dalle stesse casse di trasporto, una scelta apparentemente rudimentale ma funzionale proprio all'idea di viaggio.

Tutto ruota intorno al tema della tavola, concepita non solo come luogo fisico in cui servire e consumare il cibo, ma anche e soprattutto come momento di convivialità nel quale si esprime l'anima di un'intera collettività. Obiettivo del Grand Tour è infatti valorizzare la ceramica intesa come genius loci, parte integrante della comunità che l'ha plasmata, ciò che la rende unica e immediatamente riconoscibile. Lo dimostra la varietà di forme e colori degli oggetti esposti che cambiano in base alla provenienza, come ha opportunamente illustrato la dott.ssa Elena Agosti, curatrice della mostra.

Alla cerimonia inaugurale è intervenuta la dott. Beatrice Agata Mariano, Commissario Straordinario del Comune di Cutrofiano, organizzatore assieme ad AiCC, che ha sottolineato l'importanza dell'evento come forte segnale di ripartenza dopo un periodo di disorientamento economico e sociale, come occasione per aprire nuovi orizzonti di uno sviluppo che faccia leva proprio sulla produzione ceramica, elemento connotante dell'economia cutrofianese, con l'auspicio che si avvalga sempre più spesso della creatività delle nuove generazioni.

La Commissaria ha poi rimarcato la disponibilità e il prezioso contributo offerti dalla cittadinanza cutrofianese, rappresenta per l'occasione dallo storico Enzo Ligori, il quale ha arricchito il momento inaugurale con interessanti aneddoti sulle origini dell'arte figula cutrofianese.

L'avv. Rosanna Mazzia, Presidente dell'Ass.ne Borghi Autentici d'Italia, ha poi posto l'accento sul valore imprescindibile dei piccoli borghi, quali parte viva e vitale del nostro Paese, da considerarsi non centri minori ma diversi, testimoni di un differente modo di vivere, che occasioni come questa fanno emergere, soprattutto grazie al lavoro di rete, dimostrandosi indispensabile per una riscoperta del territorio e per la sopravvivenza delle sue realtà artigianali.

La cerimonia, accompagnata dalle note del giovane sassofonista Diego Vergari, si è conclusa con un brindisi offerto da Vinicola Palamà, prestigiosa cantina cutrofianese, premio 5StarWines Vinitaly Miglior vino rosato "Metiusco" 2019, accompagnato da un rinfresco offerto da Pizzeria Mauro.

Patrocinata dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce - Salento d'Amare, dall'Unione di Comuni della Grecìa Salentina e dall'Associazione Borghi Autentici d'Italia, la mostra sarà visitabile gratuitamente fino al 30 agosto, dalle 18.30 alle 23.30, con ingressi contingentati nel rispetto delle disposizioni anti-Covid.

App Immuni “Un piccolo gesto, per un Grande Paese”

Archivio video
whatsapp image 2020 09 08 at 15.23.06
galagym