Via crucis - Noha

Archivio video
img 20200403 021956Due ragazze galatinesi adottano un progetto comunicativo destinato a piccole e medie imprese in crisi per l’attuale epidemia di Covid-19

Lo shock economico causato dall’emergenza sanitaria grava sulle spalle di piccoli e grandi imprenditori. Una ventata di aria fresca arriva con Salento Rinascimento, un progetto realizzato da due sorelle di Galatina (LE) che mira alla ripresa e allo sviluppo delle piccole e medie imprese salentine.

Con esperienza internazionale nell’ambito del Business e Management, Chiara e Martina Astore mettono a disposizione le loro conoscenze gratuitamente tramite la pubblicazione di articoli sul blog Salento Rinascimento #unitipossiamo (https://salentorinascimento.wixsite.com/website). In cambio, chiedono che la comunità condivida con loro le difficoltà, i dubbi e i problemi che affrontano quotidianamente. Chiara spiega: “Amiamo la nostra terra e il nostro patrimonio culturale e naturale. Vogliamo aiutare chiunque abbia bisogno in questo momento: proporremo metodi immediati per mantenere attive le attività. L’obiettivo è quello di aiutare i piccoli imprenditori in grande difficoltà (ora ancora maggiormente a causa dell’emergenza). Pensiamo al turismo, alla bottega di paese, alle imprese e lavoratori in proprio. Ma soprattutto pensiamo ai giovani, e diamo loro un ideale in cui credere: il Salento. Iniziamo con il creare una nuova mentalità: crescita, valorizzazione della cultura e sostenibilità.”

Un progetto, dunque, che parte dalla situazione emergenziale per poi mirare allo sviluppo collettivo del territorio. Le due sorelle, sottolineano, vogliono favorire la crescita economica salvaguardando l’ambiente. Nel loro blog: “L'epidemia globale del virus Covid-19 è la chiara manifestazione di un limite superato. Da generazioni, le nostre attività commerciali hanno “invaso” ecosistemi naturali, modificandone la biodiversità. Ed ora, ne stiamo pagando le conseguenze in modo evidente e, purtroppo, anche personale. Se prima non eravate a conoscenza del cambiamento climatico (o pensavate fosse un problema non di vostro interesse), ripensateci.

A lungo termine, invece, si progettano iniziative che supportino la collaborazione intra-territoriale ed internazionale per la valorizzazione e lo sviluppo della terra tra i due mari.