libro oltretuttoDalle nostre parti, ottobre è un tempo di raccolta, non tanto del frutto della vite, già maturato e vendemmiato, quanto del primo mosto, che comincia a trasformarsi nel primo vino da bere. È un tempo ottimo anche dal punto di vista culturale, quello scelto dalla casa editrice “La Meridfiana” che, proprio in questi giorni, mette alla luce l’ultimo libello sul compianto vescovo di Molfetta: “Oltretutto – Più vicino a don Tonino Bello”. La collana che lo racchiude è sempre la stessa, “paginealtre”, cioè radice e consapevolezza al contempo della casa editrice molfettese la quale, lungi dalla pretesa di risultati facili ed immediati, ha sempre privilegiato lo sguardo alla pazienza e alla costanza. Come ha fatto un buon seminatore di anime, vedi il caso di don Tonino Bello, impegnato ad attingervi il segreto maestro della Fede e a divulgarla con la sua vita nella vita degli altri. Il libello in parola, incapsulato da un titolo emblematico, “Oltretutto”, che ne descrive il canovaccio, è stato scritto da Michele Santeramo e potrebbe essere, in buona sostanza, una specie di monologo (e qui si erge maestosa l’esperienza di autore teatrale di Santeramo) quanto mai accattivante. Risulta infatti di lettura immediata ed estremamente realistica, con imperniatura basata più che sulla biografia di don Tonino (oramai giunta quasi a saturazione), sulla sua vita o meglio su quello che è accaduto e tutt’ora accade alle vite degli altri,  grazie all’incontro col vissuto del vescovo di Molfetta. Ma sarebbe un grande errore soffermarsi solamente a questa considerazione, senza andare più infondo del profondo, laddove cioè esistono le vite di ciascuno di noi e dove s’incontra la vera cifra del vissuto e del vivere e si assapora che “…esistono vite che cambiano le vite”, come ama ripetere l’autore. Partendo da queste semplici considerazioni, che “Oltretutto” ribadisce in ogni piega della sua pagina, si diventa non più solamente esseri viventi ma compagni di viaggio, imparando a riconoscere i maestri che ci sono stati, che ci accompagnano appunto e quelli che lo potranno diventare. Elvira Zaccagnino impreziosisce, con una rara e intensa prefazione, il libello di cui stiamo parlando, sulla scia dell’esperienza de La Meridiana, casa editrice molfettese, nata ben trenta anni fa con l’episcopato di don Tonino Bello, un uomo di Dio capace di coinvolgere e valorizzare talenti e percorsi di vita attraverso una rinascita non solo culturale, ma anche e soprattutto del proprio essere, andando sempre oltretutto. “Oltretutto. Più vicini a don Tonino Bello” di Michele Santeramo – La Meridiana edizioni pg. 96.

La Notte della Taranta 2018

Archivio video