giuseppe spotiCon la determinazione n.70 del 2 Agosto 2018 del Dirigente regionale della sezione istruzione e Università, è stata approvata la formazione del Piano di edilizia scolastica 2018/2020, finalizzato al finanziamento di interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà pubblica adibiti all'istruzione scolastica statale. Lo stesso Piano prevede inoltre la costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici e la realizzazione di palestre scolastiche nelle scuole o di interventi volti al miglioramento delle palestre scolastiche esistenti.



Partendo dalle 651 istanze validate, a ciascun progetto sono stati assegnati dei punteggi che andranno poi a costituire la graduatoria che determinerà quali progetti saranno ammessi a finanziamento e quali invece resteranno a secco, pur essendo risultati ammissibili.

Se consideriamo che i progetti migliori partono da un punteggio di 108 e che i progetti presentati dal comune di Galatina hanno ottenuto punteggi inferiori a 23, risultando così tra i peggiori, ancora una volta appare più che probabile l’esclusione del nostro comune da questi importanti finanziamenti.

Sarebbe una vergogna, l’ennesima, per la nostra città ed in particolare per i nostri figli che saranno costretti a studiare in strutture che appaiono sempre più fatiscenti, pericolose ed obsolete. Una vergogna che diventa mortificazione se pensiamo che ancora una volta molti comuni più piccoli di noi come Soleto, Cutrofiano, Seclì, Collepasso, Aradeo e  Diso, giusto per citarne qualcuno, hanno presentato progetti più validi e meglio classificati dei nostri, dimostrando così di avere le giuste capacità politiche e tecniche per far fronte alle criticità ed alle esigenze del territorio.

A questo punto, alla luce degli strumentali e quanto mai inutili proclami dell’Assessore ai lavori pubblici Loredana Tundo, che appena qualche settimana fa annunciava con soddisfazione la presentazione dei progetti del nostro comune, chiederemo in consiglio comunale a lei ed al Sindaco Amante i motivi per i quali con ogni probabilità resteremo esclusi anche da questi fondamentali finanziamenti e quanto ci è costato arrivare tra gli ultimi.

VII Festival Canoro del Centro D.I.R.E.

Archivio video