foto via pio xii dueL’area delimitata da Via Pio XII, Via della Repubblica e dalla centralissima Via Roma, quattro mesi fa, eravamo a fine settembre, in fretta e furia, venne liberata da rifiuti di ogni genere (erbacce, recipienti e bottiglie di plastica, vetri, gomme di auto, rifiuti organici, ed altro). L’intervento improvviso, del quale grande fu la meraviglia, era dovuto ad un avvenimento luttuoso: era deceduta l’anziana madre di Mons. Enzo Pisanello (l’abitazione materna è appunto in Via Pio XII) è occorreva con urgenza liberare la zona dai rifiuti e renderla presentabile alle tante autorità, religiose e civili (Porporati, Clero, Prefetti, Sindaci, Presidenti, ecc.) e ai tantissimi cittadini che si sarebbero recati per le condoglianze.

L’area, in questione, è prospiciente numerose abitazioni, a pochi metri dall’Ospedale, costeggia gli ambulatori del Consultorio Distrettuale e la bella struttura della ex masseria Due Trappeti, dove da poco è stato riattivato il ristorante e la sala ricevimenti, infine, ha un’ampia area parcheggio.

A pochi mesi dall’evento che determinò l’urgente bonifica, l’area (come si può vedere dalle immagini) è tornata alla stato precedente: l’erbacce sono rispuntate vigorose, così come i rifiuti di ogni sorta. Per quanti si recano nelle strutture pubbliche e private non è un bellissimo spettacolo! La zona è altresì adiacente a Via Malivendi Due Trappeti, dove abbiamo segnalato la presenza di amianto e di tantissimi rifiuti.

Cosa intende fare l’Amministrazione? L’Assessora Cristina Dettù risponderà “Stiamo costituendo un gruppo di lavoro per monitorare l’area? Faremo una nuova mappatura?”.

Le risposte non sono sufficienti, occorrono i fatti: lo esigono i cittadini, che sono i primi finanziatori del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani.

E’ bello vedere Piazza San Pietro stracolma di bambini vestiti in maschera, che festeggiano il carnevale grazie ai volontari delle associazioni e all’impegno delle direzioni e delle insegnanti, ma è altrettanto bello vedere una città organizzata e pulita. Con simili situazioni, sembra paradossale che il Comune di Galatina sia inserito tra i comuni “ricicloni”. La Città è di tutti, ogni giorno!

Lucio Dalla - L'anno che verrà

Archivio video