Fast News

Archivio video

foto aversa galatinaPasso indietro pericoloso di Efficienza Energia, sia sotto l’aspetto prestazionale che caratteriale. Alla vittoria dei casertani, largamente scontata alla vigilia, bisognava rispondere con una prova di contenimento, fatta di accorgimenti tattici che ne limitassero la forza dirompente.

Il passaggio richiedeva un elevato rendimento nei fondamentali di ricezione e muro, un’organizzazione difensiva molto accorta e una buona vena realizzatrice.

E’ mancato tutto ciò in casa galatinese, ribaltando tali caratteristiche sul sestetto ospite che ha sfoggiato una prestazione travolgente in tutti e tre i set.

A guardare i dati statistici la balbettante ricezione di squadra degli uomini di mister Stomeo (53% positiva e solo il 32% perfetta), contro quella avversaria che ha toccato il 60% della perfezione giustifica l’anemica vena realizzatrice (27%) dell’attacco salentino,

Di contro gli attaccanti aversani hanno doppiato (58%) i padroni di casa, staccando con Starace (mvp della serata con 17 punti) un 76% di conclusioni sulle ventuno che un Putini eclettico ha proposto al suo attaccante.

Altrettanto deficitario è stato il rendimento a muro (2 contro i 10 dell’Aversa) di capitan Buracci e compagni, sovrastati da una distribuzione molto spinta con traiettorie tese e rapide che hanno mandato a nozze Sacripanti e Starace.

PRIMO SET. 

Gli ospiti, privi di Morelli e con Corrieri suo sostituto, si portano in vantaggio (5-8) con Starace e Bonina, ai quali risponde il solo Lotito che però non può contrastare le conclusioni (9-16, 13-21) avversarie.

Svetta Trillini con tre muri punto (13-21), Antonaci mette a segno il punto numero 15 e Starace affonda il colpo del 15-25.

SECONDO SET

Prendono subito il largo i ragazzi di mister Tomasello con una violenta accelerata. Sul 3-8 aprono un break di +7  con Sacripanti (4-11);Lotito e Buracci  accennano una reazione(10-16,11-18) , ma ancora l’ala romana e l’opposto Corrieri chiudono il set a loro favore sul 17-25.

TERZO SET

Non cambia l’andazzo. Galatina è demoralizzata, Aversa è pimpante e straripante. Anche il susseguirsi del punteggio è fotocopia del precedente. Sembra tenere la barra dritta Efficienza Energia accusando un 6-8 su cui si può sperare.

Poi sale in cattedra Calitri con ricezione e difesa superlative: lo imita Starace vestendo i panni del mattatore (11-16 e 13-21) con 8 punti e due pipe trasformate in precisi pallonetti, a cui si unisce Curreri per il 16-25 che chiude la contesa.

Uno zero a tre pesante per Olimpia Sbv che certamente non si aspettava di raccogliere punti da questa gara, ma che chiedeva la conferma a tutto il gruppo di un ritrovato assetto, seppur con le limitazioni offensive legate ad un organico deficitario.   

E il derby con Aurispa Libellula Lecce, sempre più confermata capolista è alle porte.

TABELLINO

EFFICIENZA ENERGIA GALATINA-ISMEA AVERSA 1-3(15-25,17-25,16-25)

Aversa: Calitri(L), Di Meo(L), Morelli(ne), Starace 17, Corrieri 15, Sacripanti 11, Schioppa, Barretta 1, Trillini 8, Diana, Bonina 7, Cuti, Putini 1

All. Tomasello Vice Angeloni

Galatina: Apollonio (L ne), Sardanelli(L), Galasso 4, Lotito 8, Lentini 2, Buracci 6, Pepe 4, Antonaci 4, Calò(ne), Latorre

All. Stomeo Vice Bray